Skip to main content

25 modi per essere penalizzati nel 2012

Hai visto un recente calo dei livelli di traffico del tuo sito web? Forse hai ricevuto la notifica di link innaturali nel tuo account Google Webmaster Tools?

Purtroppo, le sanzioni SEO che possono capitare a qualsiasi sito web sono molte e possono arrivare in un qualsiasi momento. Anche se è possibile riparare il danno subito da questi effetti negativi, è sempre meglio prevenire e lavorare in modo corretto e secondo le regole e dobbiamo cercare di evitare le cose che potrebbero portare ad una penalità:

  1. Economici link di spam
    Quei "10.000 link per 10 €" non sono molto utili anche perché sono, ovviamente, link di bassa qualità e possono fa scattare una sanzione SEO!

  2. I link a pagamento per aumentare il PageRank
    L'acquisto di link per scopi pubblicitari è deleterio. L'acquisto di link per il solo scopo di passare PageRank di Google viola le "regole" per i webmaster.

  3. Collegamento scambi
    La partnership con altri siti web per lo scambio di link lascia una "traccia" molto evidente ai motori di ricerca, che possono scegliere di penalizzare questi tentativi di manipolazione evidenti nelle SERP.

  4. Nascondere link in CSS, Javascript o altri tipi di file
    Nascondendo i link del sito con l'uso dei CSS e/o Javascript non è il modo sicuro per aumentare il posizionamento e le conseguenze sono molto gravi: si rischia il ban.

  5. Ripetizione del testo di ancoraggio
    Se hai creato collegamenti con una o due parole/frasi chiave, si corre il rischio di essere sanzionato, proprio perché stai cercando di "manipolare" i risultati.

  6. Link velocità eccessiva
    Costruire troppi link, troppo in fretta è un segno chiaro di tentativo di manipolazione delle SERP. Invece, dobbiamo pensare in modo naturale e concentrare gli sforzi sulla qualità dei contenuti e cercare di fare in modo che i link arrivino in modo spontaneo e duraturo nel tempo.

  7. Link da siti in lingua straniera
    La rilevanza conta quando si tratta di link, per questo motivo che i motori di ricerca possono imporre sanzioni ai siti che ricevono un gran numero di link in ingresso di lingua straniera.

  8. Link da rete di blog
    Molte delle reti dei blog più popolari del web sono state recentemente svalutate da Google. Evitare questi tipi di link a tutti i costi, in modo da cercare di evitare eventuali nuove sanzioni da parte di Google.

  9. Link a piè di pagina
    I link che appaiono nelle barre laterali dei blog o a piè di pagina (in modo che appaiano su tutte le pagine del blog o del sito) rappresentano le aree tipiche di manipolazione ai motori di ricerca.

  10. Collegamenti da e per siti di bassa qualità
    Poiché i motori di ricerca utilizzano i link in entrata per determinare la rilevanza, la costruzione di link da siti di bassa qualità possono "etichettare" il proprio sito web in una luce negativa.

  11. Link interni "rotti"
    Periodicamente, si dovrebbe avere l'abitudine di controllare il proprio sito sia privo di collegamenti interni rotti. Troppe pagine non-crawling possono rappresentare una scarsa esperienza utente, che i motori di ricerca tentano di svalutare nella SERP.

  12. On-site over-ottimizzazione
    Utilizzo della SEO per promuovere il tuo sito web è bene, ma tutto ha un limite e non dobbiamo mai superarlo. Mantenete l'ottimizzazione on-page naturale e dobbiamo utilizzarla per migliorare l'esperienza dell'utente per evitare una sanzione per sovra-ottimizzazione.

  13. Tempi di inattività
    Se il tuo sito è giù per troppo tempo, troppo spesso, è possibile che vi sará una penalizzazione da parte i motore di ricerca, in quanto tali assenze regolari dimostrano che il tuo sito non sta facendo del suo meglio per servire i suoi visitatori.

  14. Duplicazione dei contenuti
    Anche se non sarà penalizzato direttamente per la pubblicazione di contenuti duplicati (in quanto ciò metterebbe l'intera industria stampa fuori dal mercato), si rischia di avere delle pagine web filtrate dalle SERP a favore delle copie di contenuti originali. Sostituire, immediatamente, tutti i contenuti duplicati con articoli unici per garantire un più alto livello di visibilità naturale.

  15. Basso contenuto di valore
    Google e gli altri motori di ricerca hanno fatto sapere di voler dare la priorità ai contenuti di alta qualità nei risultati di ricerca. Anche se il tuo sito non è stato penalizzato devi cercare di puntare sulla qualità o fornire contenuti unici e interessanti per gli utenti.

  16. Contenuti spinnati
    Allo stesso modo, nel tentativo di riempire il sito web con contenuti, si deve evitare l'uso di programmi che "spinnano" articoli senza senso e di bassa qualità. Questo tipo di contenuti di spam può essere oggetto di sanzioni.

  17. Pubblicità
    Se si sceglie di includere pubblicità a pagamento sul tuo sito web (ad esempio, i blocchi di visualizzazione pubblicati da Google Adsense), fai in modo che questi  non prendano troppo spazio su sito web in particolare sopra "la piega". Google ha esplicitamente dichiarato che potrebbe portare a sanzioni.

  18. Meta tag keyword stuffing
    Io sono contrario a questo meta perché ormai è risaputo che non serva a nulla ma nel caso tu voglia metterlo mi raccomando non aggiungere migliaia di key. In questo modo è una chiara indicazione che state cardando di manipolare le serp.

  19. Tag H1 multipli
    Poiché i tag H1 conferiscono un beneficio SEO, alcuni webmaster hanno visto modesti miglioramenti includendo molti di questi tag in ogni pagina dei loro siti web. Tuttavia, questo è facilmente rilevabile dai motori di ricerca ed è meglio evitare se non si vuole essere "puniti".

  20. Pagine occultate
    Tutte le pagine del tuo sito web devono essere accessibili ai motori di ricerca. Perché nascondere le pagine può essere un motivo di penalità.

  21. Doorway pagine
    Allo stesso modo, facendo uso di pagine doorway create ad hoc porta a sanzioni da parte dei motore di ricerca.

  22. Contenuto nascosto
    Questa causa una penalizzazione bella e buona, quindi fate attenzione a cosa "nascondete" nelle vostre pagine web.

  23. Abuso di strumenti di query automatizzate
    Facendo uso di strumenti di query non autorizzate e che facciano troppi ping a Google va contro le istruzioni per i webmaster . Anche se è una causa penale non comune, è possibile esserne soggetti soprattuto se ne abusiamo.

  24. Siti web Hacked
    Se il vostro sito mostra segni di essere stato violato, si verrà bloccati direttamente da Gogole, che impedirà l'accesso tramite un messaggio di pericolo agli utenti.

  25. Promuovere le tecniche black hat
    Se si decide di impegnarsi nel black hat SEO, il minimo che puoi fare è quello di mantenere il tuo successo "nascosto" e non sbandierarlo ai quattro venti.

Naturalmente, è importante tenere a mente che le cose cambiano quasi tutti i giorni nel mondo SEO e quindi questo elenco non deve essere interpretato come la "Bibbia delle penalizzazioni".

E' importante rimanere sempre aggiornati sulle modifiche del motore di ricerca al fine di mantenere il sito sicuro nel lungo periodo.

Hai qualche altra penalizzazione da aggiungere nell'elenco? Segnala nei commenti, grazie.